KTM 950-990 “LC8” Adventure

L’ULTIMA NATA SOTTO IL SEGNO DELL’AVVENTURA. 990-adv-s_04.jpg Questa volta KTM l’ha fatta grossa. E’ andata a mettere mano un mito della storia del motociclismo come la 950 Adventure che ora non è più 950 ma 990!! Tuttavia le novità tecniche non si fermano al mero aumento di cilindrata ma si spingono molto oltre con lo scopo di rendere più docile il mostro sahariano ( gli estimatori più puristi non temano, in ogni caso c’è la versione “S” per loro che resta fedele alla filosofia “ready to race” di casa KTM ). Iniziamo dall’elenco delle novità principale introdotte sulla 990Adventure che sono: motore più potente ( i quasi 100cv della 950 devon esser sembrati pochini agli ingegneri KTM) , ABS di seconda generazione, sonde lambda e scarico rivisto per rientrare nella normativa antinquinamento Euro3. Tutto questo si può avere in due versioni:

  • la versione “stradale” più bassa ed adatta ad un uso quotidiano con sella a due livelli più confortevole e sospensioni da 210mm. Le colorazioni disponibili per questa versione sono 2: il classico “arancio KTM”, il nero opaco.
  • la versione sportiva “S” alta, con sella più racing e caratteristiche che si addicono di più al fuoristrada come dicono anche le sospensioni da 245mm. Qui la colorazione è una sola: livrea blu Gauloises richiamante quella adottata dalle 660Rally nei raid africani.

990-adv_01.jpg

A prima vista sembrano due moto molto simili e uno sarebbe tentato a scegliere in base alle preferenze riguardo all’altezza della sella, ma in realtà non è così, son molto differenti anche come ciclistica. La Adventure “Stradale” è più portata al moto-turismo su strade asfaltate magari di qualche passo alpino o a zonzo per le colline dell’entroterra italiano. La caratteristica principale è la facilità di utilizzo di questa moto. Da fermi i quasi 200kg si fan sentire, ma una volta in movimento sembrano scomparire come per magia. Le curve scivolan via veloci, la moto appare leggera ed agile e appena c’è da allungare il motore LC8 rivisitato si fa sentire alla grande regalando una spinta consistente nell’intero arco di utilizzo spingendo la moto fino a 200km\h in meno tempo di quel che si penserebbe.

990-adv_07.jpg
La strumentazione non è particolarmente ricercata o dotata, ma ci sono tutte le informazioni che servono senza nulla più, così il pilota si può concentrare più sulla guida che nel leggere schermi inutili. Il cupolino svolge il suo lavoro egregiamente e protegge bene il pilota. La più grande novità presente sul cruscotto di una KTM è la spia dell’ABS. Questo è stato sviluppato in collaborazione da Brembo-Bosch e KTM dando così origine al primo sistema ABS adatto alla guida fuoristrada (efficacie su strada, non troppo penalizzante fuori strada ). La centralina è stata messa sotto la sella ed ha un peso di soli 1,5kg ed è collegata ad un sistema elettronico indipendente, al fine di evitare inconvegnenti di ogni genere dagli effetti poco piacevoli per il pilota.In ogni caso se vi sentite dei piloti provetti potete sempre disattivare il sistema tenendo premuta 4 secondi la spia sul cruscotto. Sempre per l’argomento freni diciamo che all’anteriore è presente un doppio disco flottante mentre al posteriore troviamo il classico disco azionato dalla leva a pedale. Questo impianto garantisce una decelerazione massima dichiarata di 8,5\9,5 [m\s^2]. Veniamo ora al nuovo LC8, rispetto al modello 950cc guadagna una corsa e un alesaggio maggiori che ne portano la cilindrata a 990cc al fine di aumentare coppia e risposta ai bassi regimi. La nuova versione inoltre lascia i carburatori ed adotta l’iniezione elettronica con lo scopo di ridurre le emissioni. Anche il sistema di scarico è stato riprogettato e guadagna due sonde lambda con silenziatori catalittici che fan rientrate il motore negli standard Euro3.

990-adv-s_01.jpg

La Adventure “S” ha una maggiore altezza dal suolo dovuta alla sella e alle sospensioni più alte. Questo è stato pensato per favorire la guida in piedi sulle pedane, inoltre il settaggio delle sospensioni è più morbido per assorbire meglio le asperità del terreno nella guida off-road. Infatti è stata progettata per essere usata soprattutto in fuoristrada e ciò che ne deriva è una senzazione che solo lei può dare. Un mostro di quasi 200kg con una potenza spaventosa che regala senzazioni che nessuna enduro può dare, se non la nuova nata KTM la 950 SuperEnduro. Tuttavia occhio allo spazio di frenata 200kg son sempre un bel peso da frenare senza ABS, su questa versione infatti non è previsto. Poco adatta alle mulattiere negli sterrati veloci e aperti non ha alcun rivale regalando esperienze uniche. MOTORE

Motore Bicilindrico, 4 tempi, V 75°
Cilindrata 999 cc
Alesaggio x Corsa 101 x 62,4 mm
Potenza (omologata) 72 kW @ 8500 giri/min
Coppia max. 95 Nm @ 6500 giri/min
Compressione 11,5:1
Avviamento Elettrico
Cambio 6 rapporti, ad innesti frontali
Alimentazione Iniezione elettronica
Distribuzione 4 V / DOHC
Lubrificazione A circolazione forzata
Lubrificazione motore Motorex Power Synt 4T 10W50
Rapporto primaria 67:35
Rapporto finale 17:42
Raffreddamento A liquido
Frizione Multidisco in bagno d’olio, comando idraulico
Sistema gestione motore Keihin EMS

CICLISTICA

Telaio Telaio al cromo-molibdeno, verniciato a polvere
Telaietto posteriore Alluminio
Manubrio Renthal alluminio Ø 28/22 mm
Sospensione ant. WP USD Ø 48 mm
Sospensione post. WP monoammortizzatore PDS con precarico molla idraulico
Corsa sospensione ant. / post. 210 / 210 mm
Freno anteriore 3 pinze flottanti Brembo a doppio pistoncino, 2 dischi flottanti diam. 300 mm
Freno posteriore Pinza flottante Brembo a doppio pistoncino, disco flottante diam. 240 mm
ABS Brembo two channel ABS
Cerchio ant. / post. 2,15 x 21″; 4,25 x 18″
Pneumatico ant. / post. 90/90-21″; 150/70-18″
Batteria 12 V / 11,2 Ah
Silenziatore 2 x acciaio legato con catalizzatore e sonda lambda
Inclinazione sterzo 63,4°
Avancorsa 119 mm
Interasse 1570 mm
Altezza minima 261 mm
Altezza sella non caricata 860 mm
Capacità serbatoio ca. 22 litri
Peso (a secco) ca. 199 kg

PREZZO : 12.920 € STORIA DI UNA PASSIONE Perchè nel titolo abbiamo messo LC8 tra le virgolette?? Chiariamo subito: LC8 è la sigla del motore che spinge questa moto. E’ il nome datole dal tester che per lei ha dimostrato una passione che di rado nasce tra un uomo e un mezzo meccanico. Ora avrete una’altra domanda che vi frulla per la testa: chi è l’uomo che ha sviluppato questa moto?? Ok, ve lo dico: Fabrizio Meoni, il mitico pilota di Raid Africani scomparso durante una tappa della Parigi-Dakar nel 2005. Lui considerava la Adventure la sua moto e la chiamava LC8, non con il nome commerciale che le fu dato dopo. Iniziamo ora con la nostra storia, come promesso.

  • ESORDI.

Siamo nel 2000 un nuovo millennio è appena cominciato e KTM pensa ad un nuovo modello con caratteristiche molto pecuiliari: una moto maneggevole come le tradizionali off-road di casa KTM, ma anche potente grazie ad un motore nuovo nato da poco uscito dalla testa di un ingegnere motorista tra i più geniali. Frutto di questo lavoro fu un prototipo che venne esposto nel 2000 alle fiere di settore. Si tratta del primo prototipo della 950 Adventure. Subito colpisce molti, le sue linee non passano certo inosservate ed oltre a questo, presenta un motore, freni e sospensioni non comuni come enunciato dalla scheda tecnica a fianco del modello. La prima reazione del pubblico delle fiere a questa moto è la migliore indicazione al fatto che KTM ha fatto colpo: o si ama, o si odia!

  • MEONI E L’AFRICA.

Verso la fine del 2000 KTM prende una decisione e chiama in Austria Fabrizio Meoni per sviluppare e mettere a punto il telaio. Lui stesso raccontava come per diversi giorni rimase chiuso a Mattinghofen con falegnami, meccanici e designer. Abbassa le pedane, assottiglia il corpo della moto dove poggiano le gambe, arretra lo sterzo, alza la sella, sposta il manubrio. Prova la guida in piedi, prova ora da seduto! E’ un susseguirsi di interventi e correzioni su un modello in legno realizzata da falegnami esperti che seguono ciò che Fabrizio dice loro. Quello che sta facendo è di realizzare una moto fatta per lui, la sua moto! Ora è il turno di KTM e dei suoi esperti in telaistica. In poco tempo un primo telaio basato sulle proporzioni e misure identificate da Fabrizio è pronto. I designer hanno creano una moto delle linee assolutamente innovative mai viste prima su nessuna moto, nessuna curva sulla carrozzeria solo spigoli e linee. Una novità assoluta!! Il tocco finale è dato dal montaggio del meraviglioso motore LC8 nato dalla mente di Holvegg (ingegnere ex-Rotax). Una volta fatto tutto questo, Fabrizio parte alla volta dell’Africa per i primi test. Ormai siamo nel 2001 e la prima “LC8 950 Rally” è pronta: circa cento cavalli su un telaio nuovo di zecca con e una colorazione nuova, ma che ben presto diventerà una caratteristica irrinunciabile della casa austriaca, arancio scintillante! Fabrizio si reca in Tunisia con la moto ed inizia i test. Da 800 a 1000 km al giorno nelle peggiori condizioni possibili: sabbia, fango, piste africane. Il motore viene sempre spinto al massimo ottenendo medie di percorrenza impressionanti. Per diversi mesi Meoni e Holvegg vivono insieme. Il genio che ha creato il motore LC8 ed il pilota. Ogni segnale di Fabrizio è fonte di ispirazione per Holvegg che fa domande, prende appunti, ascolta e suggerisce altre prove. Fabrizio risale in sella e macina altre migliaia chilometri dando modo ad Holvegg di consegnare in pochi mesi un motore perfetto. Meoni raccontava come non si fosse mai rotto un motore neanche nelle prove, stesse cose per il cambio. Diceva di come i test duravano anche 8 ore continuate a manetta nel fango di El Chott. Si lavorava a turni di due ore a testa e la moto andava per otto ore filate in condizioni allucinanti. Non solo il motore, ma anche la ciclistica evidenzia subito miglioramenti da fare per la guida su sabbia: alleggerire l’anteriore, alzare la moto davanti, spostare i pesi al posteriore mentre in austria intanto si prepara il secondo telaio. Per la continuazione di questa storia bisogna passare al post su Fabrizio Meoni. Alcuni video della 990 in azione:

by Brodek

Annunci

~ di brodek su giugno 17, 2007.

Una Risposta to “KTM 950-990 “LC8” Adventure”

  1. L’HO COMPERATA 2 MESI FA, CON QUALCHE LIEVE TITUBANZA,DOPO POCO
    MI HA CONQUISTATO ED ORA NON ME NE SEPARO + .
    E’ GENIALE

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: