Buell XB12S Lightning – StreetFighter

La Buell è da sempre l’unica casa americana a costruire moto sportive su base esclusivamente Harley Davidson di cui nel 1998 è diventata parte. StreetFighter non è il secondo nome, dato alla moto da Buell, ma la denominazione che la casa di East Troy ha scelto per l’intera famiglia delle “Lightning”. Infatti “StreetFighter” rende piuttosto bene il concetto su cui è stata svilupppata questa moto e il suo carattere.

Buell XB12S Lightning - StreetFighter

Il motore è il Thunderstorm® da 1203cc bicilindrico ( naturalmente, si tratta di un motore Harley!!! ) con V di 45°. Il raffreddamento è ad aria forzata e olio. Sprigiona una potenza di 100Cv a 6600 giri, un po’pochini per una moto sportiva a dire il vero. Fermarsi alle apparenze però inganna e infatti è la coppia che la fa da padrona, in pura tradizione Harley, con 109Nm erogati a 6000 giri. L’obbiettivo dichiarato da Buell è quello di combinare la bruta potenza, lo stile minimalista e un ergonomia da motard per ottenere una moto unica, senza compromessi.

Normalmente quando si spegne una moto, l’olio inizia a depositarsi, provocando situazioni che possono rivelarsi critiche per il motore. Per ovviare a questo inconveniente è stata usata una ventola controllata da un termostato che continua a raffreddare l’olio anche dopo lo spegnimento del motore.
Lo scarico ( catalizzato) permette di erogare una coppia estremamente regolare. I gas vengono fatti passare in due camere distinte di lunghezza diversa al fine di migliorare l’erogazione del motore ad ogni regime di rotazione e ottenere migliori performance in ogni condizione di guida con un’accelerazione fulminea abbinata ad una sonorità unica prodotta dallo scarico.

Scarico Buell XB12S

La trasmissione con cinghia non richiede lubrificazione, manutenzione, o interventi di sostituzione programmata. Non necessita nemmeno di regolazioni, grazie ad una puleggia che provvede a mantenerla sempre in tensione.

trasmissione XB12S

I cerchi verniciati a polvere danno alla Lightning uno stile particolare tutto da ammirare a cui contribuiscono i due dischi dei freni perimetrali, cosa più unica che rara in una moto. Il sistema frenante è progettato per ottener un carico torsionale nullo. Si basa su un disco da 375 mm montato direttamente sul perimetro del cerchio e una pinza a 6 pistoncini che trasferisce la forza frenante (carico torsionale) direttamente al cerchio senza sollecitare le razze che possono così essere più leggere. Grazie a questi accorgimenti il peso dell’avantreno della motocicletta è risultato di circa 3 kg inferiore rispetto a quello di molti modelli a doppio disco.

freni XB12S

Tutto in questa moto, a partire dalla sella a 765mm da terra proseguendo con il forcellone della sospensione posteriore, è studiato per abbassare il baricentro e migliorare la manovrabilità della moto. Anche il manubrio fa la sua parte, è largo come quello di una motard e la posizione di guida è studiata per aumentare il feeling tra pilota è moto.

La forcella è una Showa® da 43 mm a steli rovesciati, questa forcella è completamente regolabile permette di mettere a punto la moto a seconda delle proprie preferenze e stile di guida. Telaio e forcellone sono in alluminio rigidi e leggeri per non flettersi in curva, inoltre è lo stesso telaio che fa da serbatoio carburante ( 14,5 litri ) mentre il serbatoio dell’olio sta nel forcellone tutto questo per abbassare la posizione dei fluidi in modo da abbassare anche il centro di gravità. Al retrotreno trova posto un pneumatico posteriore da 180 mm.

La chiara vocazione corsaiola si evince ancora una volta dalla strumentazione ben leggibile, dove il contagiri fa la parte del leone, affiancato dal tachimetro sulla sinistra. Comprende inoltre: contachilometri totale e due parziali, la sempre utile spia della riserva, l’orologio, la spia “check engine”,la spia della pressione dell’olio,la spia degli abbaglianti,gli indicatori delle frecce e della folle. La carenatura minimalista protegge poco.

strumentazione XB12S

L’interasse di 1320 mm, l’inclinazione del cannotto sterzo di 21°, un’avancorsa di 83 mm e una distribuzione del peso anteriore pari al 52% ci fanno capire che questa Lightning trova il suo terreno di caccia nella città offrendo un inedito anello di congiunzione tra motard e naked.

Una cosa è sicura, il divertimento è garantito in sella a questa moto.

metric gif

XB12S_02

VIDEO:

 

by Brodek

Annunci

~ di brodek su luglio 11, 2007.

2 Risposte to “Buell XB12S Lightning – StreetFighter”

  1. Ma come affidabilità del motore e costi di manutenzione è eccessivamente costosa?Sapete più o meno ogni quanti km bisogna fare il tagliando e soprattutto i prezzi??

  2. Aw, this was an extremely good post. Taking a few
    minutes and actual effort to generate a very good article… but what can I say… I put things
    off a whole lot and don’t manage to get nearly anything done.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: