Hard disk per Notebook, cosa scegliere ?

Un saluto a tutti i lettori di questo blog !

Dato che gli utenti che decidono di acquistare un desktop sono sempre meno (o almeno è questo che dicono le statistiche), ho deciso di scrivere qualcosina riguardo i notebook. Più precisamente mi sto riferendo agli hard drive per questi ultimi… Indubbiamente questo periodo sta diventando decisivo per tutti coloro che vogliono fare un regalo, si avvicina infatti il Natale. Il solito consiglio che viene dato ogni anno ma che nessuno mai rispetta, ovvero il fatto di non comprare mai nulla sotto le feste, verrà anche quest’anno ignorato, lasciando spazio alle orde di consumisti che assaliranno ogni tipo di negozio. Vediamo allora come poter fare un buon acquisto se avete intenzione di far sorridere un adolescente a cui avete comprato un notebook un po’ di tempo fa.

Sappiamo che il collo di bottiglia principale di un computer moderno è l’hard drive, infatti nonostante si abbia avuto una grande evoluzione per quanto riguarda miniaturizzazione, dissipazione, prestazioni nella maggior parte dei componenti (tanto per citare le due maggiori CPU e GPU), non molto è cambiato nelle prestazioni degli hard disk (a meno che non stiate confrontando la memoria del vostro 486 con quelle attuali…). Purtroppo il settore dei notebook ha sofferto ancora di più, dato che la maggior parte del mercato cui veniva destinato questo prodotto, richiedeva spesso autonomia di batteria a scapito delle performance.

Dopo questa breve introduzione, vediamo cosa comprare. Innanzitutto bisogna partire dal fatto che non è bello ciò che costa ma è bello ciò che si addice meglio al nostro stile di vita. Non è detto che se comprate un hard disk da 300€ vi troviate maggiormente soddisfatti rispetto ad un modello più economico. Ma in base a cosa possiamo distinguere gli hard disk?

1. La capacità (si misura in GB). Più questa è grande più sono i dati che potete archiviare. Più un hard disk è capiente più costa, ma il più delle volte il prezzo al GB scende.

2. Il numero di giri (si misura in RPM). Più giri fa un hard disk più risulta veloce per l’accesso ai dati. Attenzione però, il consumo di batteria e il rumore aumentano.

3. Le dimensioni ovvero quanto è fisicamente grande.

4. Il buffer interno (si misura in MB). Dato che la lettura di un dato risulta onerosa, è prassi salvare una parte di quello che si è appena letto o i dati vicini a quelli appena letti (sperando di averne bisogno in seguito) in una memoria costosa ma molto veloce (ecco perché sono disponibili solo pochi MB).

5. Il tempo medio prima della rottura detto anche MTBF. Questo parametro è spesso ignorato, ma se siete degli utenti con dei dati molto importanti da proteggere, fareste bene a dare un’occhiata anche a questo valore.

6. L’interfaccia, ovvero il modo con cui il vostro dispositivo si collega al resto del computer. State molto attenti a questa sigla, infatti se acquistate un hard disk con un’interfaccia differente da quella supportata dal vostro pc, esso non potrà nemmeno essere collegato. Influisce inoltre sulla quantità di banda passante possibile (ovvero quanta roba che può passare sul cavo).

Le marche sono una miriade e non sempre è facile (anzi mai), capire quale sia la migliore. Mentre sto scrivendo quest’ articolo sono disponibili le seguenti capacità: 40 GB (ormai non la usa nessuno a meno che non si abbia un pc vecchio), 60 GB, 80 GB, 100 GB, 120 GB(la media attuale), 160 GB, 200GB, 250 GB. Per il numero di giri abbiamo i 4200RPM (che assolutamente sconsiglio), i 5400 RPM (di solito sono quelli preferiti da chi fa un uso medio del notebook), i 7200 RPM (per i gamers o chi pretende sempre il massimo). Come dimensioni abbiamo i 3.5″, 2.5″, 1.8″ (quelli per notebook sono i 2.5″). I buffer sono da 2MB, 8MB o da 16MB. Sull’MTBF non sono aggiornato… mi dovete scusare 😛

Per quanto riguarda le interfacce è un bel casino… ci sono:

  • IDE / EIDE / UDMA / PATA / UATA / ATAPI (potrete trovare uno dei nomi). Sono uguali come connettore ma cambiano in velocità. Di solito sono tipiche dei pc di 2-3 anni fa o più obsoleti.
  • SATA o SATA2 sono i due standard più diffusi attualmente.
  • SCSI non sono tipiche di notebook, ma dei pc con tower.

In realtà esistono anche dei sottogruppi ad esempio UDMA5, UDMA6… la differenza tra essi riguarda la banda passante, mentre tra SATA e EIDE ad esempio cambia anche il connettore. Sui pc fissi (o tower o desktop o quello che volete), è possibile acquistare degli adattatori da EIDE a SATA se avete un pc piuttosto datato ma volete adattarlo ai nuovi standard…

Per coloro che vogliono avventurarsi nel mondo delle novità che non sempre è un bene (spero siate fortunati, al contrario di me che credevo cecamente nei moduli RIMM della RAMBUS che si sono verificate dei fallimenti pazzeschi…), vi sono due nuove tecnologie. La prima è la presenza di una memoria di buffer realizzata con delle memorie FLASH dell’ ordine delle centinaia di MB; la seconda è l’hard disk a memoria solida, ovvero senza piatti ma basata tutta su una specie di enorme FLASH NAND.

I dischi con la prima tecnologia sono detti ibridi. Riportano la sigla H-HDDs (Hybrid hard drives) e per ora sono prodotti da Samsung e Saegate. Forniscono una memoria da 256+MB, ma quest’ultima è disponibile previa la collaborazione con il driver del disco (la memoria viene spenta per non consumare nei momenti in cui non vengono richiesti dati ecc.). Purtroppo il driver funziona solo in VISTA, pertanto non acquistateli se avete Linux/Unix/Windows XP/2003. Stando inoltre alle statistiche l’incremento in performance non è schiacciante. I dischi con la seconda tecnologia vengono detti SSDs (ultra-fast Flash Solid State Drives) e per ora sono disponibili solo della Samsung o della SanDisk con tagli da 32 GB (qui le prestazioni in lettura sono enormi ma quelle in scrittura sono inferiori ad un normale disco, valutate la scelta anche alla luce che VISTA occupa da solo 10 GB, anche se non è obbligatorio disporre di tale Sistema Operativo).

Attenzione poiché non sempre esistono dischi con tutti i valori che volete voi ad esempio non esistono dischi EIDE con buffer da 16 MB…

Alcuni prezzi per farvi un’idea: EIDE 2.5″ 80 GB 5400 rpm 8MB 63€ , EIDE 2.5″ 120 GB 5400 rpm 8MB 70€, EIDE 2.5″ 80 GB 7200 rpm 8MB 86€, EIDE 2.5″ 100 GB 7200 rpm 8MB 100€, EIDE 2.5″ 250 GB 5400 rpm 8MB 170€, SATA 2.5″ 80GB 5400 rpm 8MB 61€, SATA 2.5″ 120GB 5400 rpm 8MB 70€, SATA 2.5″ 80GB 7200rpm 8MB 94€, SATA 2.5″ 100GB 7200rpm 8MB 107€, SATA 2.5″ 120GB 7200rpm 8MB 115€, SATA 2.5″ 160GB 7200rpm 8MB 141€, SATA 2.5″ 200GB 7200rpm 16MB 180€ (per i maniaci delle performance ma che non vogliono fare a meno di disporre di una grande quantità di spazio).

Ricordate che i prezzi indicati sono quelli che ho trovato su internet, per cui in negozio vi possono chiedere anche fino al 50% in più. Se volete un MTBF elevato i prezzi possono facilmente triplicarsi…

Per i modelli novità non dispongo dei prezzi ufficiali… ma siamo intorno ai 300 euro per un modello da 32GB H-HDD da 3.5″ (immaginiamo un 2.5″…) . Per uno SSD da 32 GB si deve pagare sui 500€.

Da voci di corridoio sembra inoltre che ci sia in cantiere un modello a flash unica da 128 GB per un costo di 3500 € circa. Dubito comunque che possiate trovare questi hard disk di ultima generazione nei negozi…

Spero che quest’articolo vi sia piaciuto ! Arrivederci alla prossima 😛

Hochwart

Annunci

~ di Hochwart su novembre 16, 2007.

12 Risposte to “Hard disk per Notebook, cosa scegliere ?”

  1. Ottima guida, grazie!
    Una domanda: quanto influisce sui consumi un hard disk da 7200rpm rispetto a un 5400? Vale la pena spendere tanto di più? E per quanto riguarda il rumore? Mi hanno detto poi che gli hard disk da 7200rpm sono anche molto delicati… è vero?
    GRAZIE

  2. Ciao,
    scegliere un hard disk da 5400 giri o uno da 7200 è più che una questione di esigenze, una questione di soldi… Naturalmente se sei uno che vuole massime prestazioni, dovrai optare per un 7200, che scalda un pochino di più e consuma anche di più. Se usi l’hard disk dentro al notebook, non ci sono problemi, se invece lo usi come apparato esterno, bisogna verificare quale connessione usi (USB 2.0 480 Mb/s, FireWire 400/800, E-Sata 3.0 Gb/s…). E’ inutile comprare una belva di hard disk se poi non lo sfrutti al meglio.
    Rispondendo alle tue domande ti posso dire che i consumi variano molto da modeello a modello (a seconda della cache, dei controlli interni come NCQ ecc.). Di solito però tieni a mente che un 7200 non consuma molto di più di un 5400, poichè essendo l’accesso ai dati più veloce, il tempo d’uso dell’hard disk si riduce. Così in linea di massima direi un 5% di consumo in più rispetto ad un modello da 5400. La cosa fondamentale di cui ti dovresti occupare è invece lo slot nel quale l’hard disk risiede. Anche se i consumi sono simili, il calore sviluppato da un 7200 è maggiore rispetto ad un modello da 5400. Perciò controlla che il sistema di dissipazione sia adeguato a supportare il modello che vuoi acquistare (di solito non succede nulla ma se sei sfortunato ti si spegne il pc dopo un po’).

    Ultima cosa, non è assolutamente vero che gli hard disk da 7200 sono più delicati di quelli a 7200 (oddio se vogliamo fare i precisini un po’ è vero). D’altra parte se sei preoccupato per quest’aspetto esistono modelli appositi creati per chi è sempre in viaggio, in grado di resistere a vari tipi di shock e urti. La controindicazione è il prezzo, che sale non di poco.

    Spero di esserti stato utile, nel caso avessi altre domande non esitare a postare.

    Ciao, buona giornata

    Hochwart

  3. sei un grande!!!! ottima guida!!!

    🙂

  4. Ottima guida! Ho un notebook ACER ASPIRE 5632 con HD da 120GB, sai se è possibile aggiungere un altro HD avendoli contemporaneamente montati?
    grazie mille.

  5. Spiacente, per quanto riguarda il tuo modello non sono previsti due harddisk contemporaneamente. Puoi risolvere il problema comprandone uno esterno da 2,5″ (leggero ed abbastanza capiente) oppure inserendo un nuovo harddisk più capiente (esistono modelli anche da 200 GB).

    Ti invito a venire a trovarci sul nuovo sito appena aperto della sezione informatica ed elettronica: http://www.underdeep.netsons.org

    ciao ciao !

  6. Ciao,
    ottima guida, complimenti!
    Mi dici in internet dove posso comprare degli hard disk EIDE 2.5″ 100 GB 7200 rpm 8MB a 100€(se sono a meno meglio ancora)?
    Non riesco a trovarli…
    Grazie

  7. Caro lettore, intanto ti ringrazio per aver letto l’articolo e mi scuso del ritardo per la mia risposta. A quanto pare ora gli hard disk EIDE a 7200rpm sono diventati introvabili poiché la tecnologia li ha superati. Se ci sono, sono presenti solo in pochissimi negozi online all’estero con tagli al massimo da 80GB e prezzi fuori di testa. Non sei il solo che ne vorrebbe uno, basta dare un’occhiata ai forum in generale 🙂 . Purtroppo ormai la scelta ricade solo sui SATA, SATA2, SATA150, SATA300 che non sono compatibili con gli IDE.

    Spiacente di non poterti aiutare, ad ogni modo come consiglio posso dirti che a mio parere non vale la pena di cercarne uno, poiché per lo stesso prezzo ormai è possibile prendere un disco con velocità di trasferimento di gran lunga più grande e anche di taglio maggiore. Se il tuo problema è la compatibilità su qualche notebook, vale la pena di prendere in considerazione l’upgrade di tutto il portatile poiché è possibile prendere computer per un prezzo di circa 900€ che ai tempi in cui i dischi eide da 7200 erano in voga valevano circa 2200 – 2500 €.

    Se hai altri dubbi io sono sempre qui,

    ciao, Hochwart

  8. Ciao.davvero ottimo.Vorrei chiedere anche io un informazione.Ho una hp510 ,e vorrei cambiare il hdd con uno di 250gb/7200/16mb.Potresti dirmi che attacco devo cercare ed eventualmente che marca guardare?Grazie

    • Ciao martin. Non mi hai detto il modello specifico in quanto i portatili della famiglia 510 si distinguono in RU960, RU961, RU963, RU964, RX709. Ora non sapendo che portatile hai Non pensavo ci fosse ancora gente che legge questo blog 😀

      Se il processore è un celeron, sconsiglio l’upgrade, in quanto a meno che tu non abbia necessità di avere più spazio, non vedresti nessun miglioramento in prestazioni (quindi il 7200 lascialo stare). Ad ogni modo l’attacco di cui dispone il pc in tutti e cinque i modelli è di tipo PATA che viene chiamato anche IDE o EIDE. Come ho già detto nei commenti precedenti questo tipo di hard disk ormai sono quasi introvabili, e costano molto. Personalmente io ti sconsiglio di affrontare questa spesa, e ti suggerisco di cambiare il tuo portatile. Questo è ponderato sul fatto che se trovi un’hard disk magari lo paghi 150 € (a meno che tu non sia fortunato e lo trovi usato, magari su e-bay). Oggi con 400€ prendi un portatile che in quanto a prestazioni è direi 4 o 5 volte il tuo, dove trovi un alloggiamento SATA e magari puoi inserire un SSD o un hard drive ibrido come quelli della seagate che hanno prestazioni fuori dal comune (prezzo di un ibrido da 500 gb a 7200 rpm con flash da 4 GB è sui 130€).

      In conclusione, mi dispiace ma a mio avviso devi valutare di cambiare il tuo pc, oppure buttati sulle occasioni dell’usato, ma tieni a mente che ormai gli hard disk come il tuo sono hanno sicuramente più di 4 anni, pertanto sono già usurati e a rischio di perdite dati. Gli hard disk possibili sono tutti quelli con attacco PATA o IDE o EIDE con gli rpm che vuoi tu (4200,5400,7200). Non so che sistema operativo utilizzi, ma sappi che se non hai XP con service pack 2, l’LBA non funziona. Detto terra terra anche se compri un hard disk da 250 gb, il pc non ne vede più di 127 GB a prescindere dal taglio che compri. Quindi valuta bene il tuo acquisto. Con linux la situazione è differente, ma non so se sei pro a questo sistema operativo.

      Oh, dimenticavo, il buffer da 16 mb che tu hai menzionato, non è un fattore importantissimo in quanto dipende da che trasferimenti di file fai, quanto è il cluster block ecc. Percui può succedere che non si veda differenza nell’usare 8 Mb piuttosto che un 32 mb. Non dare troppo peso a 8 mb, 16 mb, o 32 mb, anche se in linea di principio, più grande è meglio è.

      Ciao ciao !
      Hochwart

  9. innanzi tutto complimenti per l’articolo e vorrei approfittare delle tue conoscenze,io ho un notebook dv7-3140el con un hd da 640 gb per sostituire l’hard disk guasto e quindi acquistarne uno nuovo devo prenderlo per forza uguale ho posso esempio prenderlo da 7200rpm anziche’ 5400?qual specifiche tecniche devo tener conto?grazie e ancora complimenti!

  10. Ciao, ho dato un’occhiata veloce alla tua richiesta. Non ho trovato il modello specifico che monta il tuo portatile ma ho visto che in rete ce ne sono molti di compatibili fino ad 1 TB. Le cose da vedere sono principalmente
    -formato (in genere 2,5″ ma ce ne sono di più o meno spessi, bisogna vedere quale sta nel tuo alloggiamento)
    -protocollo (SATA, mSATA, UEFI… una volta c’erano gli IDE, EIDE, ATA ecc.)

    Noti il protocollo e le dimensioni compri il disco del taglio e del numero di rpm che vuoi. Sinceramente al giorno d’oggi metterei più un ibrido che un 7200, guardati il seagate. Altra ipotesi ma costosa è quella dell SSD al posto dell’hard disk.

    Un saluto !

  11. ciao grazie della risposta ti ho scritto questo:
    innanzi tutto complimenti per l’articolo e vorrei approfittare delle tue conoscenze,io ho un notebook dv7-3140el con un hd da 640 gb per sostituire l’hard disk guasto e quindi acquistarne uno nuovo devo prenderlo per forza uguale ho posso esempio prenderlo da 7200rpm anziche’ 5400?qual specifiche tecniche devo tener conto?grazie e ancora complimenti!

    il mio modello e’ samsung 640gb 2.5” (HM641JI) .
    credo sia sata 2 e’ 3gbs.
    qualcuno mi ha risposto di non prenderlo di molto superiore a quello che ho cioe’ non 1 tb ma di 750 gb!ma non saprei

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: