GPL e ETANOLO E85…DIESEL e (in parte) BENZINA ADDIO

Volevo proporvi una ricerca che ho fatto su internet per presentarvi questi due combustibili di nuova generazione e cercare in qualche modo di sfatare qualche conservatorismo che ancora aleggia tra la popolazione. Convenzionalmente le automobili spinte da motori a benzina e a gasolio oggi inquinano molto meno rispetto al passato, però i due principali elementi inquinanti, che sono gli ossidi di azoto e il particolato, sono ancora un grosso problema da risolvere. Infatti anche i motori “Common Rail” di ultima generazione, nonostante tutti gli sforzi, emettono ancora grossi quantitativi di particelle inquinanti.

Quindi è ora di guardare avanti e sfruttare queste nuove fonti di energia che sono più pulite. Per quanto riguarda il motore a GPL prenderò come riferimento quello che la Subaru ha dato in dotazione alla nuova Impreza e per il motore ad Etanolo vi riporterò l’esperienza fatta dagli ingegneri Saab.

GPL

Ovvero Gas Propano Liquefato è un prodotto di raffinazione del petrolio composto per la maggior parte da Propano e n-Butano e da Isobutano, Propilene, Etano, Butene e Pentano. Per quanto riguarda i motori viene utilizzato allo stato gassoso e la composizione chimica della miscela Propano-Butano garantisce alle auto ottime prestazioni in termini di potenza, elasticità e affidabilità in quanto brucia senza lasciare residui carboniosi nel motore, allungando la durata delle candele, dei pistoni e non intacca le proprietà dell’olio motore.

Sulla nuova Subaru Impreza debutta un nuovo sistema di iniezione gassosa sequenziale falsato multipoint, che rappresenta la punta di diamante dell’attuale tecnologia nel campo dell’iniezione gassosa per motori. Questo sistema soddisfa i requisiti richiesti dall’attuale livello tecnologico della vettura, di quello delle future generazioni, dei livelli di emissioni inquinanti e dalle norme della diagnosi di bordo (OBD).

Come funziona l’impianto? Il GPL viene prelevato dal serbatoio allo stato liquido e tramite una condotta giunge all’elettrovalvola di intercettazione gas, posta nel vano motore. Da questa valvola il GPL fluisce verso il riduttore/vaporizzatore, che ha il compito di trasmutare il liquido in gas e di ridurre la pressione ai valori consoni per il funzionamento del sistema. La centralina Fly SF misura la temperatura e la pressione del gas che alimenta gli iniettori e regola di conseguenza i tempi di iniezione gas mentre il controllo della miscela carburante/aria è assicurato dalla centralina benzina, che è posta con un collegamento seriale alla centralina gas. Così in caso di un guasto anche se si sta andando a gas la centralina gas lo induividerà e potrà effettuare l’immediata commutazione a benzina, garantendo l’integrità degli organi del motore e il mantenimento dei livelli di inquinanti. Quindi il veicolo rispetterà sempre le norme OBD.

Anche il passaggio da un carburante all’altro è di tipo sequenziale. La centralina Fly SF è in grado di fare il passaggio un cilindro per volta, rendendo inavvertibile il passaggio da una condizione di guida all’altra. L’avviamento della vettura avviene tramite benzina, e il passaggio a GPL avviene esclusivamente al raggiungimento delle condizione minime previste dal sistema. Se si esaurisce il GPL la centralina commuta automaticamente a benzina. Con il sistema di alimentazione delle Subaru Bi-Fuel la differenza di prestazioni del veicolo è impercettibile, parliamo infatti di un 2-3% di perdita di potenza.

L’Impreza Bi-Fuel è equipaggiata con un serbatoio toroidale installato nel vano della ruota di scorta. Le attuali normative in campo di sicurezza prevedono che il serbatoio sia pieno fino all’80% della sua capacità massima, in modo da consentirgli di assorbire qualsisi dilatazione del GPL liquido col crescere della temperatura. Quindi in questo serbatoio ci stanno fino a 44 litri di GPL.

Quindi eccovi i dati tecnici sull’Impreza Bi-Fuel

_Cilindrata: 1500 cc

_potenza: 107 CV

_coppia: 142 Nm

_emissioni CO2: 176 g/km

_consumi: 7,5 %

_prezzo: 20.400 €

Ricordo infine che questa vettura può essere parcheggiata nei piani elevati e al primo piano interrato delle autorimesse in quanto il suo impianto è conforme alla normativa di sicurezza ECE/ONU 67-01. Per il trasporto via mare le autovettura a GPL devono essere dichiarate al momento della prenotazione del viaggio per informare gli ufficiali addetti all’imbarco che parcheggeranno l’auto in un luogo riservato alla categoria. Non ci sono divieti per trasporto aereo, su rotaia e per il transito in galleria, trafori e viadotti.

La rete distributiva conta più di 2200 impianti di erogazione GPL in tutta Italia.

ETANOLO E85

L’etanolo (o BioEtanolo) è un carburante di origine vegetale prodotto in prevalenza dalla fermentazione delle biomasse, ovvero da prodotti agricoli ricchi di zuccheri come cereali, amidacei e vinacce. Per la propulsione dei motori viene utilizzato l’Etanolo E85, ovvero una miscela formata per l’85% da BioEtanolo e per il 15% da Benzina, che garantisce ottime prestazioni di cavalleria e di coppia, in quanto il numero di ottano dell’E85 è di 104 RON contro i soli 95 della benzina. Così si può incrementare la pressione di sovralimentazione e l’anticipo dell’accensione con conseguente incremento della potenza senza nessun danno a scapito dell’affidabilità.

La Saab è stata una delle prime case automobilistiche a credere di più nel progetto dell’E85, perché questo tipo di combustibile crea un ridotto impatto sull’ambiente, visto che non è di origine fossile e elimina le emissioni di biossido di carbonio, e rende il comportamento su strada delle vetture più sportivo, visto che l’incremento di potenza è attorno al 15-18%. Inoltre non servono grandi modifiche all’impianto base dell’auto. Infatti l’E85 si può mescolare alla benzina in qualsiasi proporzione, e quando dico mescolare lo intendo nel senso più casereccio visto che hanno lo stesso serbatoio, e le uniche modifiche da apportare al motore sono la sostituzione delle valvole con una serie più robusta e la realizzazione delle componenti dell’impianto di alimentazione compatibili col Bioetanolo.

L’artefice del giusto funzionamento di questi propulsori è la Saab Trionic 8, una centralina elettronica a 32 bit che rileva la posizione della farfalla e la quantità d’aria in entrata, regola la fasatura, l’iniezione del carburante, la massa d’aria e la pressione di sovralimentazione. Questa centralina è in grado di adattarsi alle diverse fasature dell’accensione ed esigenze della miscela aria/carburante. Praticamente dopo ogni rifornimento la Trionic controlla la qualità del carburante immesso nel serbatoio e porta automaticamente tutte le correzioni del caso, così da garantire un’ottimale rendimento del propulsore qualsiasi siano le proporzioni di E85 e benzina.

Questa è la comparazione tra la Saab 9-3 Bio-Power e la versione benzina:

Versione 1.8t biopower linear 1.8t linear
Cilindrata 2000 cc 2000 cc
Potenza 175 CV 150 CV
Coppia 265 Nm 240 Nm
Emissioni 178 g/km CO2 184 g/km CO2
Consumi 7,5 % 7,5 %
Prezzo 30.150 € 29.150 €

Il progetto Bioethanol for Sustainable Transport (BEST) ha l’obiettivo di dimostrare la fattibilità della sostituzione di benzina e diesel con il bioetanolo. BEST è supportato dalla commissione europea e coinvolge 6 paesi europei con la partecipazione di Brasile e Cina.

Nel complesso gli obiettivi del progetto sono l’introduzione di 10.500 auto Flex (auto con motore che può usare indifferentemente benzina o bioetanolo) e 160 autobus a bioetanolo. Inoltre il progetto prevede la costruzione di 148 stazioni di rifornimento, 135 delle quali per l’E85 e 13 per l’E95.

Le città in cui il progetto è operativo sono: Stoccolma, Rotterdam, Somerset, Dublino, Madrid e La Spezia.

Per la città di La Spezia il progetto prevede la costruzione di 3 stazioni di rifornimento (due per E85, una per E95, le prime in Italia) e l’introduzione di 100 auto Flex (10 a carico del comune e 90 di piccole e medie imprese).

Annunci

~ di whisper su luglio 17, 2008.

3 Risposte to “GPL e ETANOLO E85…DIESEL e (in parte) BENZINA ADDIO”

  1. Sperem…

  2. […] che parlano del futuro delle automobili, iniziato con l’analisi della Lexus RX400h, passando per Subaru Impreza BiFuel e Saab 9-3 E85, è quello di eliminare equivoci e luoghi comuni ancora diffusi che generano scetticismi riguardo a […]

  3. te lo butto <al culo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: